Bologna Cello Project

Il Bologna Cello Project nasce come percorso didattico nel gennaio 2009, fra le storiche mura del conservatorio Giovanni Battista Martini di Bologna, per iniziativa del Maestro Antonio Mostacci. Formato dai professori e dagli studenti delle classi di violoncello del conservatorio, con l’intento di fornire a questi ultimi delle valide opportunità di suonare in pubblico, propone un repertorio che spazia da trascrizioni di brani celebri della tradizione classica dal XVI al XX secolo a composizioni tratte dalla letteratura specificamente dedicata ad ensemble di violoncelli fino ad arrivare ad originali arrangiamenti di famosi brani pop e rock. La calda sonorità del gruppo ha inoltre affascinato numerosi compositori contemporanei che hanno deciso di scrivere brani originali specificamente per il Bologna Cello Project. In virtù dell’intimo legame del violoncello con la voce umana, il repertorio prevede anche numerosi brani cantati per i quali il Bologna Cello Project si avvale spesso della collaborazione di diversi cantanti, le cui vocalità spaziano dal pop al jazz fino alla lirica. Queste voci sono: Giulia Barozzi, Anna Maria Chiuri, Luisa Cottifogli, Rica L. Nepomuceno, Cristina Renzetti, Cinzia Prampolini e Serena Pecoraro. Il Bologna Cello Project è una realtà multiforme e può essere composto, in base alle necessità di esecuzione e di repertorio, da 4, 5, 6, 8 o 12 dei violoncellisti .Dall’inizio della sua attività il BCP ha partecipato a numerose iniziative, tra le altre cose promuovendo lo studio del violoncello con lezioni-concerto aperte e gratuite, e si esibisce regolarmente su tutto il territorio nazionale.